Annuncio della prima esposizione digitale dei manoscritti di San Vincenzo

????????[Provincia di Santa Luisa – USA] L’università DePaul (Chicago, Illinois, USA) annuncia la sua prima esposizione digitale delle lettere manoscritte di San Vincenzo de Paoli (1581-1660). Questa collezione è la più grande dei documenti olografici del Santo esistente al di fuori dell’Europa. Questi documenti sono la pietra miliare della Collezione degli Studi Vincenziani della DePaul, che comprende risorse multidisciplinari relative alla borsa di studio su San Vincenzo e la Famiglia Vincenziana. Per ulteriori informazioni sulla collezione più ampia, consultare Vincentian Research Guide.

Per visionare le altre lettere potete andare su http://libservices.org/contentdm/handwritten-letters.php e cliccare semplicemente sulla linea del tempo o sulla lettera stessa. Inoltre, ogni segno sulla cartina dell’Europa rappresenta il luogo dove la lettera è stata mandata e cliccando sul segno appare la lettera che desiderate vedere.

Le lettere coprono l’intervallo di tempo fra il 1641 e il 1660, un periodo fecondo nella vita di Vincenzo, in cui la sua influenza era all’apice. Alla sua morte, nel 27 settembre 1660, egli era l’amministratore di una vasta rete di attività religiose e caritative, e una delle figure più conosciute e riverite in Francia.

Ogni lettera include una trascrizione e la traduzione del rispettivo testo. Le trascrizioni sono prese da Vincent de Paul: Correspondence, Entretiens, Documents (Libreria Lecoffre, 1920-1925), edito da Pierre Coste, CM. Le traduzioni in inglese sono prese da Vincent de Paul: Correspondence, Conferences, Documents (New City Press, 1985-2010), tradotte ed edite da sr Marie Pool, F.d.C., capo editore del progetto delle traduzioni vincenziane.

L’impagabile assistenza dell’Ufficio “Missione e Valori” dell’Università De Paul, l’Istituto per Studi Vincenziani e la biblioteca dell’Università De Paul ha reso possibile questa collezione.

Sr. Betty Ann McNeil, F.d.C.

depaul2

Views: 1.279