Ritiro di discernimento e Visita di Papa Francesco

D RetreaT 4[Provincia di Los Altos Hills e di Saint Louise – USA] Nella settimana dal 25 al 27 settembre nove giovani donne hanno fatto un discernimento serio, se entrare a fare parte delle Figlie della Carità insieme a quattro Postulanti e pre-Postulanti, partecipando a Filadelfia alle attività del fine settimana per la visita di Papa Francesco. Una delle donne ha condiviso le sue riflessioni sull’esperienza che ha fatto:

“Cambiare rotta. È una parola che abbiamo sentito tante volte mentre camminavamo per le strade di Philadelphia facendo il nostro ritiro di discernimento. Sentivamo dire «Strada chiusa» ad ogni piè sospinto e, ogni volta che noi 13, con la stessa felpa, l’abbiamo sentita, dovevamo fermarci, riaggiustare e ricalcolare il nostro percorso.

Questi aggiustamenti costanti, nel nostro pellegrinaggio per vedere Papa Francesco, sono diventati importanti per aiutarmi a vivere il discernimento come un pellegrinaggio. Tante volte lungo il mio percorso nel discernere la volontà di Dio mi sono imbattuta in un vicolo cieco, proprio quando pensavo di aver capito la giusta direzione da prendere Dio mi diceva: «No, devi cambiare rotta».

D Retreat 1Questa cosa mi irritava. Tendo ad essere sopraffatta quando cerco di discernere la Sua volontà, e ho l’impressione di girare in continuazione nella direzione sbagliata. Ma in questo fine settimana ho vissuto in prima persona che, non importa quante volte abbiamo cambiato rotta nel posto sbagliato, alla fine ci siamo sempre ritrovate dove dovevamo essere.

Il più delle volte ci siamo ritrovate in situazioni migliori rispetto a quelle che avevamo pensato. Invece di accampare per strada, la sera prima della Messa papale, ci siamo ritrovate in un hotel a pochi isolati di distanza da dove si sarebbe celebrata la Messa. Invece di stare in piedi per ore durante la messa e vedere l’altare come un puntino all’orizzonte, abbiamo avuto la fortuna di ricevere dei biglietti che ci hanno permesso di essere talmente vicine al Santo Padre da vederlo consacrare l’ostia.

Attraverso queste abbondanti benedizioni, Dio ha infuso in me la pazienza di un forestiero. Si tratta di una pazienza che deriva dal camminare senza sapere cosa c’è dietro la curva. Richiede un percorso alternativo. Favorisce l’umiltà.

Mi ha anche insegnato a camminare con fiducia e senza paura, perché sappiamo che tutto ciò che Dio ha in serbo per noi, alla fine è molto più grande di quello che avevamo pensato per noi stessi. Mi ha mostrato a confidare nei suoi tempi nonostante le inversioni ad U che mi chiede. La bellezza sorprendente della destinazione sarà sempre oscurata dall’ansia delle deviazioni.

Egli ci dà la grazia di camminare umilmente ma con fiducia, sul cammino che ha pensato per noi – una grazia che è sviluppata attraverso l’attesa. E soprattutto, ci dà l’un l’altro. Ci conforta il fatto di sapere che, non importa quale tempesta o quali segnaletiche strane incontriamo strada facendo, non camminiamo da soli.”

Kelsey Davis

Montgomery Advertiser | Court Reporter

D Retreat 11 D Retreat 3

Views: 1.880