(English) Annunciation

Annunciazione

INTRODUZIONE

Con Maria, la Madre di Dio, “il Verbo si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi”. Il sì di Maria a Dio ci apre ad una vita rinnovata, la vita in Cristo, Figlio di Dio, fatto uomo. In Lui noi siamo salvati, con Maria abbiamo un sostegno nella nostra vita. Uno dei cammini è quello percorso da migliaia di Figlie della Carità nel mondo. Con il SI’ di Maria, Madre di Dio, anche noi, Figlie della Carità, diciamo SI’ a Dio ogni anno il giorno dell’Annunciazione. Con l’amore di Cristo, riveliamo il nostro impegno con i voti. Ci rendiamo disponibili per essere inviate verso chi vive in povertà e noi li accompagniamo nei loro bisogni materiali e spirituali. E’ la nostra gioia e la nostra felicità!

Lasciamo che questi pensieri sull’Annunciazione ci aiutino a pregare le une per le altre e per tutti.

«Nel sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazareth, a una vergine, promessa sposa ad un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria». Luca 1, 26, 27

Maria, sii benedetta tu, piena di grazia!

Novella Eva, il cui figlio ha vinto il serpente!

Vergine, figlia di Sion,

Gloria di Gerusalemme,

gioia d’Israele,

Arca dell’alleanza,

Santuario dell’ Altissimo,

Madre del Figlio di Davide,

Madre del re d’Israele,

Vergine, Madre dell’Emmanuele,

In te il Verbo si è fatto carne,

Benedetta tra tutte le donne,

Umile serva del Signore

L’onnipotente ha fatto in te cose grandi.

Madre del Signore – sii benedetta!

Madre di Dio, Maria Immacolata!

A queste parole, Maria fu tutta sconvolta, e lei si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. 31Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine». Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?».: « Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra ; Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. (Luca 1, 29-35) «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra.

Santa Maria, Madre di Dio,

tu hai donato al mondo la vera luce,

Gesù, tuo Figlio – Figlio di Dio.

Ti sei consegnata completamente

alla chiamata di Dio

e sei così diventata sorgente

della bontà che sgorga da Lui.

Mostraci Gesù. Guidaci a Lui.

Insegnaci a conoscerlo e ad amarlo,

perché possiamo anche noi

diventare capaci di vero amore

ed essere sorgente di acqua viva

in mezzo a un mondo assetato.

(Benedetto XVI, Deus Caritas est N.42)

Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l’angelo partì da lei.

Luca 1, 36-38

Rinnovando il nostro Sì, vi affidiamo alla vergine Maria, l’unica Madre della Compagnia e stella della nuova evangelizzazione, che illumina il deserto di questo mondo. Maria ci guidi sul cammino e ci aiuti a percorrerlo orientando i nostri cuori verso« l’essenziale: il dono dello Spirito, la compagnia di Gesù, la verità della sua parola, il pane eucaristico che ci nutre, la fraternità della comunione ecclesiale, lo slancio della Carità ».

(Lettera di Sr Evelyne Franc, 2 febbraio 2014)

A te, Madre, che vuoi il rinnovamento spirituale e apostolico dei tuoi figli e figlie nella risposta d’amore e di dedizione totale a Cristo, rivolgiamo fiduciosi la nostra preghiera. Tu che hai fatto la volontà del Padre, pronta nell’obbedienza, coraggiosa nella povertà, accogliente nella verginità feconda, ottieni dal tuo divin Figlio che quanti hanno ricevuto il dono di seguirlo nella vita consacrata lo sappiano testimoniare con una esistenza trasfigurata, camminando gioiosamente, con tutti gli altri fratelli e sorelle, verso la patria celeste e la luce che non conosce tramonto. Te lo chiediamo, perché in tutti e in tutto sia glorificato, benedetto e amato il Sommo Signore di tutte le cose che è Padre, Figlio e Spirito Santo.

(Giovanni Paolo II, Vita Consecrata, N. 112)

Vergine dell’Annunciazione, prega per noi!