La casa d’accoglienza “Alba”

www.ahomefordawn.org

Mi chiamo suor Michelle Loisel e sono la Direttrice di un centro d’accoglienza che offre un programma terapeutico per donne americane ed internazionali, vittime della tratta per sfruttamento sessuale. La casa d’accoglienza, che si trova a Philadelphia, negli Stati Uniti, si chiama Alba, nome scelto per il suo significato che indica  “l’ inizio di un nuovo giorno”.

Spesso si pensa che il traffico sessuale sia qualcosa che accade a stranieri, a ragazze minorenni che vengono vendute come schiave della prostituzione. Negli Stati Uniti i media rappresentano sovente delle ragazze con tacchi alti ed abiti striminziti, in piedi agli angoli delle strade come persone che vogliono prostituirsi. La verità è ben diversa da come appare. Infatti, la maggior parte delle ragazze più giovani e delle donne sono controllate da protettori e trafficanti di sesso, che lasciano a loro poca scelta. Molte entrano nel giro  della prostituzione in strada già all’età di 12 /14 anni, a volte  anche prima. La realtà della tratta a fini sessuali esiste negli Stati Uniti, in Tailandia,  in Italia e coinvolge vaste aree del pianeta.

Questo fenomeno è ormai un problema mondiale. Le Nazioni Unite riferiscono cifre molto preoccupanti, stimano che 2,4 milioni di persone vengono trafficate in ogni istante. L’ottanta per cento sono vittime della tratta per sfruttamento sessuale, il 17 per cento soggette a lavori forzati. Due su ogni tre vittime sono donne, ma solo una su 100 viene salvata. Tra le cause profonde della tratta vi sono: la povertà, la violenza basata sul sesso, la guerra ed i conflitti politici. E’ il settore che cresce più rapidamente nel mondo criminale.

La casa d’accoglienza “Alba” cerca di offrire un luogo sicuro per alleviare la sofferenza che il traffico sessuale ha procurato alle vite di queste  giovani donne. L’efficienza della casa d’accoglienza “Alba” si concretizza quando si creano solidarietà  e legami profondi fra le donne, anche se non parlano la stessa lingua e sono di cultura o etnia diverse. Il programma residenziale ha lo scopo di mostrare a queste donne “l’inizio di un nuovo giorno”, attraverso consulenza e supporto, dando un’istruzione e una formazione professionale. Le donne vengono aiutate a comprendere il meccanismo che le ha portate allo sfruttamento sessuale, poi, con un aiuto adeguato, sono in grado di emanciparsi per uscire dalla povertà e dallo sfruttamento che hanno vissuto.

La mia esperienza infermieristica in diversi paesi e la mia formazione come accompagnatrice spirituale mi hanno aiutato a comprendere il trauma causato dalla nuova schiavitù dei tempi moderni. Chi approda da noi, inizia  un percorso di guarigione  per superare il  trauma, sia a livello fisico, che emotivo e mentale, associato alla perdita di controllo della propria vita.

Grazie a questo ministero, al quale sono stata inviata dalla Compagnia, posso essere al servizio di tutte quelle  donne private dei loro diritti e delle libertà, ridotte ad una merce che viene comprata e venduta.

Ci sono molte sfide in questo servizio. Tuttavia, la mia forza viene dalle nostre Costituzioni. C.24, Statuto 8c, Si pronunciano apertamente per il rispetto e la difesa della vita umana, in tutte le sue fasi…Denunciano le situazioni di sfruttamento e di emarginazione delle persone. C.24e: Si pongono, quindi, in ascolto dei loro fratelli e sorelle per aiutarli a prendere coscienza della lor dignità e diventare essi stessi autori della loro promozione. In verità la carità di Cristo crocifisso ci sollecita a servire e difendere queste donne!

Preghiera: Gesù, aiutami a vedere come fai Tu. Quando guardo loro negli occhi, fa che veda la tua sofferenza e la tua agonia. Aiutami a tirarli giù dalle loro croci e a dare loro il tuo amore per nutrire e restituire la loro dignità. Aiutami a camminare con loro nella lunga strada del recupero. Che possano ricominciare a credere in loro stessi e nel tuo amore. Aiutali ad accrescere il coraggio e la fede per iniziare una nuova vita di fiducia e libertà. Questo lo sappiamo può accadere nella tua presenza, nel tuo tempo e con la tua grazia. Amen