L’anno di fede e la vita di Santa Luisa (2)

La Chiesa e Santa Luisa

Rispettosa, obbediente; ma, senza paura di difendere la Verità, quando necessario

Santa Luisa ha vissuto con la convinzione che non si può separare la Chiesa dallo Spirito Santo. Convinta di questo fatto, era una donna della Chiesa e voleva che ciascuna Figlia della Carità e tutti i membri delle Confraternite della Carità vivessero come figli della Chiesa. Per questo ha chiesto a loro di aderire e di obbedire al magistero della Chiesa, rispettando i pastori e vescovi. Essa stessa ha vissuto in questo modo. Tuttavia, quando qualche parroco o vescovo interferiva nella missione, suggerendo o chiedendo cose che non erano secondo il Vangelo e il rispettivo imperativo di servire i poveri, essa ha coraggiosamente espresso le sue obiezioni ed il proprio disaccordo. Lo vediamo nel suo rapporto con il parroco di Chars, un discepolo del giansenismo.

Rispetto per il Papa

L’adesione incondizionata di Luisa alla Chiesa, il corpo gerarchico di Cristo, lo si nota e lo esprime nel suo rispetto e nella riverenza  che ha per il Papa,  rappresentante di Cristo e capo della Chiesa. Questo atteggiamento lo troviamo anche in una lettera che ha scritto al padre M. Antoine Portail durante il suo soggiorno a Roma: “ho provato consolazione nel sapervi al centro della Santa Chiesa e vicino al suo Capo, padre santo di tutti i cristiani, dove tante volte ho desiderato di essere, per avere – come figlia benché indegna – la sua santa benedizione.”( Dagli Scritti Spirituali si Santa Luisa. L 179   al  signor  portail,  a  roma 21 giugno 1647) Aveva sperato che la Compagnia delle Figlie della Carità ricevesse l’approvazione pontificia prima della sua morte. Questo, tuttavia, si realizzò solamente otto anni dopo la sua scomparsa.

Riflessioni su Maria

Negli scritti di Santa Luisa troviamo Maria come Madre di Dio, intimamente unita al figlio nella realizzazione del piano divino. Le meditazioni di Luisa sul ruolo di Maria nella redenzione l’hanno portata a vedere, ben prima dell’istituzione del dogma, l’importanza dell’ Immacolata Concezione. Essa ha scritto: “Santissima Vergine, prendete mio figlio e me, per favore, sotto la vostra protezione, e gradite la scelta che fo della vostra protezione per la mia condotta, e ricevete i miei desideri e le mie preghiere insieme al mio cuore che vi dono completamente, per glorificare Dio della scelta che ha fatto di voi per essere la madre del suo Figlio, il quale ha reso immacolata la vostra concezione, perché è stata prevenuta dai meriti della sua morte.” (Scritti Spirituali di Santa Luisa : A 4 offerta alla ss. vergine )

Fonti: Suor María Ángeles Infante, FdC, Suor Louise Sullivan, FdC