Missione ai margini: bambini viaggianti

Come si può fare catechesi con bambini viaggianti? Questo incontro con Cristo è un’avventura nata dagli occhi che ha preso carne nel cuore. Questo gruppo di bambini va dai 7 ai 12 anni, a volte 14, mentre in altri incontri i bambini vanno dai 5 agli 8 anni.

enfantcadèneI bambini si ritrovano ogni sabato pomeriggio nella bella cappella costruita dai loro genitori. Scoprire, ascoltare le parole di Cristo, le sue azioni, il suo amore per ogni essere umano li affascina. Le ragazze hanno molte domande sul Centro Cadène (una casa per anziani e casa di cura), “l’ospedale bianco” come lo chiamano loro, che vedono sul lungo “Viale degli Stati Uniti” di Tolosa. “Le persone sono malate? Abbandonate? Chi le va a visitare? Vorremmo andare a trovarli!”.

Ho dato loro qualche informazione sull’Istituto in risposta alle loro domande e sul perché sembrava difficile fare davvero una visita con la maggioranza di essi. Tuttavia hanno mostrato il loro desiderio di cercare di incontrare gli amici di Gesù. Pertanto, dal 2013, andiamo all’ “ospedale bianco” in piccoli gruppi di 3 o 4 bambini. Questa presenza è stata una sorpresa per il personale di assistenza e si è dimostrato fonte di sorpresa e gioia da parte delle persone ospedalizzate. Le ragazzine hanno imparato presto i loro nomi, i loro volti, i loro handicap…ma mi sembra che la meraviglia sia stata reciproca.

“Suora” mi ha detto Morgane, 10 anni “Marie-Cath è così graziosa!!!” Quella bambina ha visto spontaneamente la bellezza nel cuore della sorella malata. Nessuna parola, solo il suo sguardo e il suo sorriso!

enfantcadène1Camélia, 10 anni, ha detto: “La Sorella senza denti, quando guardo nei suoi occhi so che è felice di vedermi. Le prendo la mano…non abbiamo bisogno di parole…”

Secondo Sandy, vorrebbe dare gioia a “rachai” (“sacerdote” in lingua romena) cantando il ritornello di un canto gitano…e il “rachai” ha pianto ascoltandola.

Così abbiamo fatto le nostre visite nel piccolo “ospedale bianco”. “Gesù ha curato molti malati, lui è Dio” ha detto Mélodie “noi curiamo un po’ dando gioia”.

Suor Dominique, Figlia della Carità (Francia-Sud)