“Dio è nato in Lbiska”

[Provincia di Varsavia] La storia della casa per bambini di Lbiska risale agli inizi della storia della Compagnia delle Figlie della Carità in Polonia. Rispondendo all’invito di Maria Luisa Gonzaga, Regina di Polonia, San Vincenzo de Paoli e Santa Luisa di Marillac mandarono le prime tre Suore presso la corte reale di Varsavia. (I preti della missione arrivarono alla corte di Varsavia nel 1651). Le Suore si sono sistemate nella periferia di Varsavia, attualmente corrisponde al distretto di Powisle.

Fin dall’inizio, l’edificio è stato la casa Provinciale della Provincia di Varsavia. Qui, nel 1659, fu fondato l’Istituto per ragazze povere e orfane grazie alla regina. Nel 1667 la regina morì. Nel suo testamento, ha lasciato alle Figlie della Carità vasti possedimenti a sud di Varsavia, le cui entrate dovevano servire per finanziare l’attività dell’orfanotrofio e degli ospedali di Varsavia. Altri terreni, l’area dell’attuale villaggio di Lbiska, che dista circa 28 km dalla casa provinciale, sono stati acquistati con i fondi del testamento.

Con il decreto dello Zar del 1842, alle Suore della Misericordia, come a tutti gli altri ordini occupati dalla Russia sul territorio della Polonia, furono tolte le opere. Il terreno di Łbiska fu restituito alle Suore solo nel 1923. In quel tempo vi fu istituito una residenza estiva per bambine di un istituto di Varsavia. Prima dello scoppio dell’insurrezione di Varsavia nel 1944, anche i bambini dell’Istituto di Varsavia furono trasferiti a Lbiska. Dal 1945, le autorità comuniste presero possesso delle proprietà della Chiesa, comprese quelle degli ordini religiosi, lasciando solo una parte esigua per poter continuare le opere.

Nel 1952, i comunisti tolsero i bambini dall’orfanotrofio di Lbiska e vi misero i bambini con disabilità intellettive per impedire che le giovani generazioni crescessero nella fede. In quel tempo fu organizzato un centro per bambini con disabilità intellettuali. Dopo la caduta del comunismo, grazie a molti donatori e con l’aiuto dello stato, vi fu costruito una nuova casa. Attualmente vi risiedono 65 bambini che frequentano il centro scolastico per bambini diversamente abili a Lbiska.

Il primo settembre 2006, le Figlie della Carità vi hanno iniziato un nuovo servizio: una scuola materna non statale dove i bambini diversamente abili sono educati insieme ad altri bambini.

Ogni anno, i bambini e i giovani del Centroper bambini con disabilità intellettuali, come viene chiamata in questi giorni, preparano un presepe, conosciuto tradizionalmente come “Jaselka” in Polonia. Esso ha avuto luogo anche quest’anno: il 21 dicembre i Jaselka hanno messo in scena un pezzo dal titolo “Dio è nato a Lbiska”. Per questa occasione sono stati invitati molte persone importanti.

Tra gli ospiti c’erano innanzitutto i genitori degli alunni, il parroco, alcuni funzionari degli uffici municipali e della contea di Piaseczno, alcuni dipendenti dell’ufficio di previdenza sociale locale, insegnanti del complesso scolastico dei bambini diversamente abili e il collegio dei bambini della vicina Pechery.

Lo spettacolo è stato meraviglioso e ha aiutato ad introdurre e a preparare le celebrazioni natalizie. Tutte le persone presenti hanno condiviso il tradizionale pane natalizio polacco, “Oplatek” augurandosi un buon Natale. E’ seguita una cena natalizia speciale. Tutti sono stati contenti, c’è stato un clima veramente sereno e festoso. I genitori hanno apprezzato potersi confrontare tra di loro. Le loro conversazioni erano eterne. I bambini ed i giovani hanno cantato tutti i canti natalizi che conoscevano, godendo anche dei piccoli regali natalizi. 

Le Suore della Comunità di Lbiska

Views: 1.098