Testimonianza Vocazionale

Quando penso alla mia vocazione…

Quando penso alla mia vocazione, vedo che Dio ha un piano ben preciso e molta pazienza per realizzarlo. Il nostro cammino comune è un processo continuo. Gesù ne è l’iniziatore e il conduttore; io sono il pellegrino riluttante. Già al tempo del liceo sentivo che Gesù mi invitava ad una speciale vicinanza e in risposta a questo invito, nel mio cuore e nella mia mente, ho pensato spontaneamente alla vita consacrata. Tuttavia, avevo bisogno di molto tempo e ho cercato delle “scuse” per rimandare la decisione. E Lui sapeva tutto questo! Mi guardava con pazienza e ogni tanto mi ricordava il Suo invito. Gesù stesso ha fatto in modo che io non dovessi più scappare. Alla fine Egli mi ha fatto capire espressamente che quello era “il momento”. Preparai lo zaino e mi diressi verso l’ignoto. E, per 4 anni da Figlia della Carità, abbiamo camminato insieme. Ogni giorno scopro qualcosa di nuovo e di sorprendente su questo cammino, ma soprattutto riconosco che questo è il cammino di Dio. Ho capito che la mia vita è una “risposta d’amore ad un invite d’Amore” (C. 29 b). Gesù vuole condividere la sua vita con me: povero, obbediente e senza macchia, e io divento parte della vita di Cristo”.

Voglio condividere l’esperienza dell’Amore di Dio con gli altri, specialmente con i più piccoli. Gesù mi ricorda la Sua presenza nel cuore di ogni persona e mi manda come strumento e segno del suo amore a coloro che soffrono – a coloro che sono poveri. La Sua Provvidenza mi ha portato a Cracovia dove servo Cristo in una casa di riposo. Ogni giorno lo incontro negli anziani, nei malati e nelle persone sole. La mia missione è molto semplice: li aiuto nelle loro attività quotidiane, mi prendo cura di loro servendoli con una parola gentile e un sorriso. Ho l’impressione che la cordialità e la normale presenza siano per loro la cosa più importante; queste qualità aprono il cuore a Dio e alle altre persone.

Sono grata a Dio per avermi guidato per tutta la vita come un Padre – con una mano potente, carica di premure e di amore. Il Suo piano per la mia vita continua a sorprendermi più che mai. Lo ringrazio ogni giorno per le persone che mi dona: per quelle che mette sul mio cammino, per quelle a cui do il mio cuore, per la Comunità e le Sorelle che mi sostengono. Lo ringrazio per la mia vocazione nella Compagnia delle Figlie della Carità, perché io non avrei mai potuto escogitare un piano del genere! Dio sia glorificato!

Suor Paulina, Provincia di Cracovia, Polonia