Incontro Interprovinciale delle Giovani Suore – Provincia di Recife

Recife 11 thmb«Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia. È fonte di gioia, di serenità e di pace» (Papa Francesco)

[Provincia di Recife] Il primo incontro interprovinciale delle giovani Suore delle province di Amazônia, Fortaleza e Recife si è svolto dal 26 al 29 febbraio 2016. Questo incontro si è tenuto nella Provincia di Recife che ha accolto calorosamente le giovani Suore che vi hanno partecipato.

L’incontro si è aperto con un po’ di animazione, seguita dalle parole di benvenuto di suor Maria Nilza Ferreira, Visitatrice della Provincia di Recife, che ci ha incoraggiate ad aprire i nostri cuori per lasciarci appassionare dal volto misericordioso di Dio. Dopodiché, Suor Patricia Regina Almeida, Direttrice del Seminario di Recife e responsabile delle giovani Suore della Provincia, ha espresso la sua gioia nell’accoglierci. Con un momento spirituale, le Suore della Provincia hanno presentato in modo dinamico, il logo interprovinciale alle 40 giovani Suore e alle altre Suore presenti.

Recife 40Il tema «Misericordia: condizione per una consacrazione felice» è stato sviluppato in tre punti, il primo «la misericordia in se stessa» trattata da Padre José Fabricio Cabral, formatore nel seminario della Diocesi di Palmares-PE, professore di teologia. Egli ci ha invitate a vivere un’autentica libertà nella vita ordinaria che scegliamo, radicate nella vera amicizia e nella spontaneità che generano fiducia nell’esperienza dell’amore fraterno. Egli ci ha, inoltre, invitate a perdonare soprattutto noi stesse in questo anno, dandoci completamente agli altri, redente dall’amore che riceviamo.

Il secondo punto, «Misericordia nella vita fraterna»,è stato affrontato da Suor Fabiola Furtado, Figlia della Carità, che ha condiviso con noi, fraternamente, la sua esperienza di vita comunitaria, sottolineando con insistenza che « è nel vivere la vita fraterna che occorre la misericordia, perché entrambi vanno di pari passo» e ancora: «la comunità esiste se c’è l’amore reciproco». Suor fabiola ha concluso il suo intervento con una domanda: « Il mio volto e la mia comunità, oggi, rispecchiano misericordia»?

Recife 30Il terzo punto, «Misericordia con i fratelli che serviamo», è stato affrontato da don Antonio Tourinho Neto, Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi di Olinda e Recife e vicario episcopale per la vita consacrata e religiosa, CNBB NE II. Molto semplicemente, ha detto che nel pensiero di Papa Francesco, la Chiesa dev’essere al servizio di tutte le miserie, dev’essere casa di misericordia e di carità. Egli ha fatto il parallelo con il pensiero dei nostri Fondatori, basandosi sulle nostre Costituzioni dicendo che la Compagnia dev’essere al servizio di tutte le miserie, dev’essere la casa di misericordia e di carità. Ci ha incentivate a chiederci: «Una Figlia della Carità che non è compassionevole che cosa sta a fare nella Compagnia? (…) State attente a non essere la pietra di inciampo che ostacola l’avanzamento del Regno di Dio (…) dobbiamo essere evangelizzatori produttivi. «Ci ha messo in guardia dal «cancro spirituale» che può colpire la Compagnia: attaccamento e paura. Egli ha detto che la mobilità è essenziale nella nostra vita: «La mobilità presuppone il distacco e ogni distacco è esercizio di povertà».

Recife 20Egli ha concluso citando le Costituzioni  al punto 15, chiedendoci di essere come Maria, serva umile e fedele, con un cuore povero, capace di trasformare «una stalla per animali nella casa di Gesù» (Papa Francesco).

C’erano altri momenti molto belli: la liturgia ben preparata e dinamica; una serata culturale in un atmosfera fraterna; la distensione per nutrire buone relazioni; la condivisione nei gruppi e nelle assemblee plenarie sulle esperienze concrete di misericordia vissute con noi stesse, la comunità e il servizio dei poveri; una visita al Memoriale di Dom Hélder Câmara per contemplare la misericordia nei confronti dei poveri; il pellegrinaggio alla Cattedrale (porta della misericordia). C’è stato anche un momento di ricreazione comunitaria per conoscere gli eventi storici di Recife e abbiamo vistato una delle nostre comunità in Olinda / PE che lavora con bambini che si trovano in una situazione sociale precaria.

Siamo grate a Dio per questi giorni di fraternità, di formazione e di preghiera; la Provincia di Recife, rappresentata dalla loro Visitatrice, ringraziamo per tutto quello che ha previsto affinché potessimo vivere in pienezza questo incontro. La Provincia dell’Amazzonia, Suor Rosa Maria dos Santos Leite, e la Provincia di Fortaleza, rappresentata da Suor Ana Amélia Guedes da Cunha, ringraziamo per tutto l’incoraggiamento e il sostegno ricevuto. Ringraziamo anche Suor Cecilia Sá Miranda e Suor Conceição Silveira, responsabili dei nostri gruppi, per la loro presenza amichevole e fraterna in questi giorni.

Maria, unica Madre della Compagnia, modello di fedeltà, aiutaci ad essere fedeli alla nostra vocazione e missione.

PER TUTTO, vogliamo essere grate a Dio!

Suor Eriane Guimarães da Assunção, Fd.C. (Provincia dell’Amazônia)
Suor Francisca Ceriza da Silveira, Fd.C. (Provincia di  Fortaleza)
Suor Márcia Gardênia maia da Silva, Fd.C. (Provincia di Recife)

Recife 10

Views: 2.400