Questioni chiave da sollevare alla 71 ° Assemblea Generale dell’ONU

160909_UN_assembly[UN-NGO] Suori Catherine Prendergast e Margaret O’Dwyer, rappresentante della Compagnia delle Figlie della Carità all’ l’ONU, ci comunica le notizie da New York:

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile, i mutamenti climatici e il supporto a rifugiati e migranti sono solo alcuni degli oltre 170 argomenti all’ordine del giorno da affrontare durante la prossima 71 ° Assemblea generale delle Nazioni Unite (AG). L’Assemblea avrà luogo dal 13 settembre al 26 presso la sede delle Nazioni Unite a New York. L’Assemblea Generale prevede un forum per discutere questioni internazionali, tra cui la pace e la sicurezza.

Peter Thomson e Ban Ki-moon

Peter Thomson e Ban Ki-Moon

L’Ambasciatore Peter Thomson, dalle isole Fiji, sarà il primo capo di Stato di un’isola del Pacifico ad assumere la carica di Presidente dell’Assemblea Generale. Egli ha stabilito un tema per il Dibattito generale dal titolo, «Gli obiettivi di sviluppo sostenibile: una spinta universale per trasformare il nostro mondo». Tale dibattito inizierà il 20 settembre

Il 19 settembre un summit ad alto livello affronterà la questione critica delle grandi ondate di rifugiati e migranti. E’ la prima volta che l’Assemblea Generale ha chiesto un vertice a questo alto livello. Nel suo rapporto, all’inizio di quest’anno sui grandi movimenti di rifugiati e migranti, il segretario generale Ban Ki-Moon ha esortato gli Stati membri a:

  • Sostenere la sicurezza e la dignità nei grandi movimenti di rifugiati e migranti
  • Adottare un patto globale sulla ripartizione delle responsabilità per i rifugiati
  • Sviluppare un patto globale per una migrazione sicura, regolare e ordinata

160909 UN info2 ITIl 20 settembre, il Presidente degli Stati Uniti, Obama, ospiterà un vertice di Capi di Stato sui Rifugiati, insieme ai co-organizzatori Canada, Etiopia, Germania, Giordania, Messico e Svezia. Essi potranno chiedere ai governi impegni significativi nuovi relativi ai rifugiati.

Il Segretario Generale dell’ONU Ban Ki Moon ha invitato i responsabili di tutti i paesi a partecipare ad un evento il 21 settembre. Egli chiederà loro di depositare i loro strumenti di ratifica dell’accordo di Parigi sul cambiamento climatico.

160909_SeChildrenAl 30 agosto solo 23 Stati membri avevano depositato i loro strumenti di ratifica, rappresentando paesi responsabili solo dell’1,08% del totale delle emissioni globali di gas a effetto serra. Perché l’accordo di Parigi abbia effetto, 55 nazioni che rappresentano almeno il 55% delle emissioni globali devono ratificarlo.

Non è chiaro se l’Assemblea Generale sceglierà il prossimo Segretario Generale nel mese di settembre.

L’Assemblea Generale nomina un Segretario generale a seguito di una raccomandazione del Comitato di Sicurezza. Non vi è alcun calendario formale, ma la nomina dovrebbe avvenire almeno un mese prima della fine del mandato di Ban Ki-Moon, il 31 dicembre.

160909 UN1 ITAlcuni ancora sperano che ci sia, per la prima volta, una donna nel Segretario Generale, ma l’ex primo ministro del Portogallo, Antonio Guterres, ha ottenuto un vantaggio dopo un terzo scrutinio segreto del Consiglio di Sicurezza il 29 agosto. Il prossimo sondaggio si avrà luogo il 9 settembre.

C’è stata una prassi informale nella scelta del Segretario generale dalle regioni a rotazione. Attualmente è il turno dell’Europa orientale. Ma anche i candidati al di fuori dell’Europa orientale sono presi di mira in questa elezione.

160909_SDG_IT_730

 Per maggiori informazioni sulla Compagnia delle Figlie della Carità all’ONU: www.cmdcngo.org

Views: 1.792