Il mondo in attesa guarda come i leader affrontano i cambiamenti climatici nella COP21

Sr Catherine Prendergast e Margaret O’Dwyer, rappresentanti della Compagnia delle Figlie della Carità alle Nazioni Unite, ci fanno parte delle sotto indicate notizie:

[ONU] Noi, come Figlie della Carità, ascoltiamo il grido dei poveri. Papa Francesco, nella sua Enciclica, Laudato Si, riconosce che la Terra è tra i più abbandonati e maltrattati dei nostri poveri. “Lei geme nelle doglie del parto”, ha detto.

Persone provenienti da ogni nazione conoscono il “gemito” della nostra terra, intensamente oppressa da eventi meteo, come siccità e alluvioni, scioglimento dei ghiacci polari, un oceano sempre più acido, acque del mare in aumento, anidride carbonica in eccesso, altri inquinanti atmosferici, e altro ancora. Quindi, è fondamentale che i leader mondiali coraggiosamente affrontino il cambiamento climatico durante la COP 21 Climate Change Summit a Parigi-Le Bourget. Il vertice corre 30 Novembre – 11 Dicembre.

COP21 sta per “21 ° raduno della Conferenza delle Parti della Convenzione del 1992 delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC)”. (Ci sono stati 196 membri come nel marzo 2014). Cittadini globali sono in attesa dell’esito di questo incontro, sperando che le nazioni saranno d’accordo per limitare il riscaldamento globale a 2 gradi Celsius (temperatura globale media a partire dalla Rivoluzione Industriale). Vogliono un accordo giuridicamente vincolante in modo che i paesi possano essere ritenuti responsabili. I leader mondiali al COP21 parleranno anche di come i paesi più sviluppati economicamente possono aiutare i paesi meno sviluppati nella lotta contro il cambiamento climatico. Ci vorrà tutto un mondo per proteggere un pianeta.

Le persone in più di 2000 città in tutto il mondo avrebbero voluto fare una marcia a Parigi la  domenica 29 novembre, per dire ai loro leader che si aspettano un’azione seria sul cambiamento climatico. La marcia è stata annullata a seguito degli attentati di Parigi ma la domenica mattina migliaia di scarpe hanno ricoperto la piazza della Repubblica di Parigi.

Giovedì 26 novembre, Papa Francesco ha vistato la sede delle istituzioni dell’ONU a Nairobi.

All’inizio della sua visita in Africa, il Papa ha affermato: “c’è un chiaro legame tra la protezione della natura e la costruzione di un ordine sociale giusto ed equo.”

Per maggiori informazioni visitate il sito www.cop21.gouv.fr

Views: 2.417