“Qualcosa di nuovo sta già sbocciando non lo vedete?”

[La nuova Provincia Sud – Spagna] Con un ambiente fraterno e confidando in Dio, ci siamo riunite nella casa provinciale di Siviglia le Sorelle di quella che sarà la nuova provincia “Spagna Sud” con la speranza di aprire la mente e il cuore al futuro partendo dalle parole di Isaia: “Qualcosa di nuovo sta già sbocciando non lo vedete?”.Abbiamo iniziato le due giornate di lavoro con il buon sapore del benvenuto e l’accoglienza delle sorelle della casa. Ci è stato facile sentirci in famiglia, perché abbiamo iniziato a conoscerci tra noi e, inoltre, con la presenza delle Visitatrici delle tre province, i loro rispettivi Padri direttori e alcune delle suore che formano i consigli provinciali. Eravamo consapevoli, e riconoscenti, del lavoro che la Commissione della nuova provincia della Spagna meridionale ha portato avanti fin dall’inizio di questo sogno.

Ci sentiamo responsabili del nostro futuro come “nuova Provincia”, manifestando i nostri punti di vista, partendo dalla nostra riflessione e preghiera personale, poi condivisa, attraverso il dialogo e gli scambi comunitari, e finalmente, rielaborati e sintetizzati per poi metterli sul tavolo di questo incontro. Consultazioni su come vogliamo la nostra Provincia e così tracciare obiettivi apostolici, spirituali e comunitari, desideri e speranza tangibili ora per le sorelle, sfide e domande presentate dai segni dei tempi per darvi risposte… e sempre, sullo sfondo del nostro essere rivitalizzato di Figlie della carità nel mondo di oggi.

Ci sentiamo fortunate di poter percepire il nostro Carisma con forza, e di realizzare che non manca ancora molto da fare nella costruzione del Regno a favore dei più bisognosi; Pertanto, oggi più che mai Dobbiamo guardare a Cristo, essere attenti al suo appello per soddisfare i nostri fratelli pur rimanendo aperte alle nuove povertà si può intravedere il futuro; Noi dobbiamo diffondere la carità nello stile dei nostri Fondatori con coloro che sono intorno a noi; Dobbiamo sforzarci di servire unificando le nostre forze, a partire dal progetto provinciale e locale, con altre Congregazioni e Associazioni per promuovere il nostro essere chiesa. Dobbiamo essere testimoni e profeti in un mondo senza speranza, che ha perso il senso religioso, con la nostra testimonianza di comunità fraterna, amichevole, dialogante, misericordiosa, riconciliatrice… il nostro stile di vita che è “testimonianza” all’esterno; abbiamo messo i nostri sforzi nella formazione continua e specifica per offrire un servizio di qualità e, naturalmente, tutto questo è basato su un rapporto faccia a faccia con Dio nella preghiera e nell’Eucaristia, come motore della nostra vita, come indicato dalle Costituzioni.

In questo incontro abbiamo potuto constatare che nelle nostre mani abbiamo un progetto vivo,allo stesso tempo emozionante e rischioso, in mano all’uomo, ma approvato da Dio e così, davanti a tanta Grazia noi possiamo solo andare a Dio con il cuore pieno di gratitudine.

Ci hai concesso un cuore che si meraviglia in grado di recepire che qualcosa di nuovo sta germogliando. E in questo germogliare sei tu stesso che irrompi nel nostro mondo. Grazie Signore, perché questa primavera non ci è imposta per forza o con prepotenza, ma invece si sviluppa impercettibilmente come un seme che germina.

Views: 1.945