Aranjuez – rinnovato l’Accordo del Centro Sociale della Casa di San José

170216 San Jose 1[Provincia Madrid-San Vincenzo]  Il Centro Sociale della Casa San José di Aranjuez (Madrid) che ha servito una media di 115 persone al giorno per tutto il 2016, ha iniziato ad operare con il nuovo modello implementato dal team del comune, assegnando, con un sistema di punti, gli alimenti non deperibili e deperibili da cucinare in sito.

La sindaca di Aranjuez, Cristina Moreno, ha presentato questi dati durante la firma dell’accordo di rinnovamento del servizio con la Visitatrice della Provincia di Madrid San Vincenzo delle Figlie della Carità, Maria Eugenia González, responsabile della gestione della mensa.

«La valutazione fatta dagli utenti, dalle Figlie della Carità e dalla città di Aranjuez è più che positiva», ha detto oggi la sindaca, sottolineando che grazie a questo nuovo sistema si dà più dignità agli utenti che vi accedono.

Grazie a questo accordo, che ha la durata di un anno, il Comune di Aranjuez ha destinato 20.000 euro per sostenere i costi.

170216 San Jose 2

L’accordo ha come obiettivo di soddisfare le esigenze alimentari della popolazione a rischio di esclusione sociale. Il Comune di Aranjuez, attraverso il dipartimento dei servizi sociali, seleziona le famiglie beneficiarie, in base alla loro situazione socio-economica provvedendo per le vettovaglie e il loro trasporto.

Il comune mette a disposizione del Centro il personale ausiliario necessario per l’adempimento del contratto e seleziona il personale volontario che collabora nel progetto della mensa con le Figlie della Carità.

«Il nuovo modello di mensa sociale, che ora compie un anno, permette di fare attenzione ad un numero maggiore di famiglie di prima», ha detto oggi la sindaca sottolineando «la solidarietà dimostrata dai cittadini con il loro contributo e la collaborazione volontaria alla mensa sociale».

Un comitato di sorveglianza, composto dall’ assessore, assistente sociale Montserrat Garcia, un tecnico del Comune e una rappresentante delle Figlie della Carità, ha il compito di garantire il rispetto dell’accordo.

Cristina Moreno ha ringraziato le Figlie della Carità, i volontari e i lavoratori «per il buon lavoro alla mensa sociale», evidenziando «il ruolo importante che giocano le aziende che collaborano con questo servizio».

 

Views: 727