La missione di Suor Carol Schumer al Centro di supporto per i padri, dove gli uomini imparano a diventare genitori migliori.

LISA JOHNSTON | lisajohnston@archstl.org Sister Carol Schumer, DC teaches skills to fathers who have had damaged relationships with their children at the Fathers Support Center.[Provincia di Santa Luisa, USA] Suor Carol Schumer, Figlia della Carità, della Provincia di Santa Luisa degli Stati Uniti d’America, lavora da 15 anni come esperta delle competenze genitoriali, al centro di supporto per i padri di St. Louis, nel Missouri, che si trova in un quartiere povero nella parte settentrionale della città. Il programma di base del centro, conosciuto per la formazione delle famiglie, dura sei settimane in loco. Suor Carol con i suoi 65 anni di età  non assomiglia affatto ai suoi studenti, è piuttosto piccola e vestita di color blu scuro. Lei ammette: “Sono bianca, donna e non ho figli”. Suor Carol lavora duramente per abbattere le barriere razziali durante le discussioni nelle classi. La maggior parte degli uomini che frequentano le lezioni è afro-americana. Sr. Carol si domanda sovente come loro possano sentirsi nei confronti di una suora bianca, cattolica che insegna. La maggior parte degli studenti è di sesso maschile, sono complessivamente più di 1.200, ma nei suoi 15 anni al Centro non ci sono mai stati discriminazioni di sesso o razza. Alcuni si chiedono, giustamente, come possa insegnare loro il ruolo di genitore dal momento che lei stessa non è una mamma. Cresciuta in una famiglia di nove figli, Sr. Carol li assicura che la sua infanzia, i suoi anni di insegnamento e di lavoro nel campo della formazione l’aiutano a comprendere il ruolo che un padre occupa nella vita dei propri figli.

L’obiettivo del corso è quello di dare la possibilità ai padri di sviluppare le loro competenze personali e genitoriali, aiutandoli a  crescere spiritualmente ed emotivamente.

Durante il corso, i padri imparano a dare una disciplina appropriata ai loro figli ed a gestire in maniera appropriata  la loro ira e le loro emozioni. I papà scoprono così il loro temperamento personale e gli stadi della comprensione dei loro bambini. “Se chiedete a un bambino di due anni se ha rovesciato il latte, egli vi può rispondere di no – spiega suor Carol – nonostante l’abbia fatto. A due anni non riesce ancora a comprendere realmente  cosa sia la menzogna. A 10 anni, invece, il bambino è in grado di riconoscere la differenza “.

LISA JOHNSTON | lisajohnston@archstl.org Sister Carol Schumer, DC teaches skills to fathers who have had damaged relationships with their children at the Fathers Support Center.  She sat in front of the class as each father told his personal family histor

Nella sua classe, i banchi sono disposti a ferro di cavallo in modo che tutti si possano vedere. Gli uomini partecipano perché vogliono essere più coinvolti nella vita dei loro figli: alcuni ne hanno la custodia, altri no; ci sono uomini che hanno dei problemi con l’alcol, altri con la droga.

Sr.Carol cominciò a lavorare al Centro poco dopo la sua apertura nel 1998. Fin dalla sua istituzione, il Centro ha ospitato più di 9.000 padri con programmi che includono l’assistenza all’impiego, il tutoraggio, il supporto legale ed un programma di corsi supplementari. Durante le lezioni, Sr.Carol utilizza un approccio semplice, sottolineando sempre tre elementi chiave con i suoi partecipanti: l’autostima, l’autodisciplina e le competenze sociali. La sua influenza come Figlia della Carità è importante. “Iniziamo ogni lezione con una preghiera,” spiega. “Ricordiamo come ciascuno di noi sia singolare e diverso. Condivido regolarmente la mia fede e l’amministrazione del Centro è d’accordo con questo. Dico agli studenti che Dio è qui per sostenerci “.

“La maggior parte dei partecipanti non ha avuto un’infanzia felice”, dice suor Carol. “Non ha goduto del diritto di essere bambini”.  Continua raccontando tante storie: “Se trovate due bambini coperti di vernice accanto ad un contenitore di vernice vuota, non sgridateli. Questo non li aiuta. I bambini sono degli esploratori. Tutto ciò che è a loro portata di mano diventa un gioco. Non è colpa dei bambini,..è l’adulto che ne ha dimenticato lo spirito di esplorazione .

Quando Sr. Carol termina un corso, insiste sempre sul fatto che i padri capiscano che possono cambiare l’opinione che hanno di se stessi: “essere un buono a nulla”. Perciò  dice ai papà che non devono mai permettere a nessuno di affermare che loro non siano importanti nella vita dei propri figli!

Link con l’articolo della rivista cattolica di St. Louishttp://stlouisreview.com/article/2013-03-21/daughter-charity

Views: 955