“Il Signore è stato grande con noi e ne siamo felici”

[Madrid- Provincia Santa Luisa] Il 19 agosto un gruppo di Suore accompagnate da Suor Antonia, Visitatrice, Don Joaquin, Direttore e Suor Rocio, Consigliera, hanno iniziato il pellegrinaggio “Seguendo le orme di Vincenzo”. Sr Ascension Larrad, Suor Servente dell’Associazione ispano-americana San Fernando a Neuilly-sur-Seine, ci stava aspettando all’aeroporto. L’accoglienza semplice e calorosa, ci ha fatte sentire a casa. Le Suore hanno presentato i diversi servizi loro affidati: accoglienza, accompagnamento e cura della vita: carcere e visite a domicilio, ostello per studenti e ragazze in gravidanza, centro di salute bilingue aperto a tutti … I loro volti rivelavano una generosa dedizione a Dio nei poveri. La celebrazione dell’Eucaristia ci ha aiutato a rimanere alla presenza del Signore. Nel pomeriggio, una rapida fuga nel centro di Parigi e una visita ad alcuni dei suoi monumenti più significativi.

Il giorno successivo, visita alla Casa Madre, dove Suor Maddalena, l’archivista, ci ha accolte, ci ha mostrato e ci ha spiegato: lettere originali, verbali, oggetti e ricordi dall’inizio della Compagnia fino ad oggi. Tutto ci ha invitato a una lettura approfondita di ciò che San Vincenzo e Santa Luisa scoprivano come volontà dello Spirito Santo, suscitando in noi un desiderio di rinnovamento vocazionale proprio a partire dal punto in cui ognuna di noi si trova.

Eucaristia nella cappella delle Apparizioni. Suor Kathleen, superiora generale, ha avuto la gentilezza di unirsi a noi durante l’Eucaristia. Abbiamo apprezzato la sua delicatezza. Suor Carmen Briones, del Segretariato Generale, ci ha spiegato le diverse zone della Casa Madre, dopo di che ci siamo unite alla comunità della Casa Madre e ai fedeli per la preghiera della sera.

Terzo giorno: itinerario vincenziano attraverso i luoghi principali degli inizi della Compagnia. Ogni angolo ci riportava a una scena della nascita e dello sviluppo della nostra storia, approfondendo la supposta formazione del nostro essere Figlie della Carità. Nel pomeriggio pellegrinaggio a Clichy, dove San Vincenzo è stato un parroco molto felice. Quindi abbiamo visitato il santuario nazionale del Sacro Cuore.

Quarto giorno: abbiamo trascorso alcune ore a Taize. Lì abbiamo pregato e pranzato con migliaia di giovani. I giovani volontari svolgono tutti i compiti al fine di realizzare una buona organizzazione: pulizia, preparazione e distribuzione del cibo, preparazione della liturgia … Ci hanno insegnato che esiste un altro modo di vivere, con più austerità.

Viaggio a Fain-les-Moutiers, città natale di Santa Caterina. Un ottimo benvenuto da parte delle Suore. Durante l’Eucaristia, nella piccola cappella, abbiamo ringraziato Dio per tutto ciò che abbiamo ricevuto durante il giorno. Il giorno seguente, pellegrinaggio a Moutiers-Saint Jean pregando il rosario. In ogni angolo della casa di famiglia di Santa Caterina, gli oggetti presenti hanno suscitato in noi diversi atteggiamenti, che abbiamo condiviso nell’Eucaristia: la culla, l’immagine della Madonna sul camino, i secchi per trasportare l’acqua, gli zoccoli di legno della famiglia … Semplicità, duro lavoro, sacrificio, devozione, fiducia in Dio, atteggiamenti che hanno forgiato il carattere di Santa Caterina e la sua apertura a Dio e l’hanno aiutata ad essere privilegiata con la visita della Madonna della Medaglia Miracolosa. Fain-les-Moutiers, significa rivitalizzare nella nostra vita le virtù di una Figlia della Carità.

5° giorno: Cattedrale di Chartres; abbiamo ricordato il pellegrinaggio di Santa Luisa. Durante l’Eucaristia, nella cripta, abbiamo rinnovato l’offerta della Compagnia che la nostra Fondatrice fece a suo tempo. Siamo entrate in processione, portando candele e cantando al Signore della nostra vita: “Nella nostra oscurità, accendi la fiamma del tuo amore, Signore”.Abbiamo messo l’intera Compagnia ai piedi di Maria, ricordando le Assemblee che inizieremo a breve, quindi sotto la sua guida saranno un vero passaggio dello Spirito e rafforzeranno la fedeltà nella “Piccola Compagnia”.

Ultimo giorno: Eucaristia a San Lazzaro, dove si trova il corpo di San Vincenzo. Ci siamo sentite interrogate dalle parole che San Vincenzo ha rivolto a Santa Luisa “Andate, dunque, Madamigella …”. Abbiamo messo ognuno dei nostri nomi dopo quella frase e ci siamo sentite inviate per la missione che Dio ci ha chiesto. P. Bernard Schoepfer, Direttore Generale, con la sua grande semplicità e gentilezza, ha avuto la delicatezza di venire a salutarci.

Infine siamo tornate a Madrid con il cuore che bruciava di amore per tutti, specialmente per i più poveri, dei quali una volta Santa Luisa e San Vincenzo si sono innamorati. Ringraziamo Dio, il Consiglio provinciale, Suor Ascension Larrad che ha preparato così delicatamente l’itinerario, la Comunità di Neuilly e tutti coloro che hanno reso possibile questo immenso dono del pellegrinaggio alle radici della nostra Compagnia e torniamo con questo sentimento “Il Signore è stato grande con noi e ne siamo felici “.

Possa l’esperienza vissuta in questi giorni aiutarci ad essere migliori serve di Dio, dei poveri e della Compagnia!

Una Suora partecip

Views: 492