La Medaglia Miracolosa ed i primi Gesuiti nell’Africa australe

[[Casa Madre – Parigi] Nel 2004 insieme ad un archeologo mi sono recato ad Old Tati, zona della prima Missione dei Gesuiti della nostra provincia. Questa città è ora in Botswana. Era il 125esimo anniversario dall’arrivo dei primi Gesuiti in questa parte del mondo, un viaggio che intraprendevano con un carro di buoi a 27 km per giorno! Questa missione a Old Tati è stata successivamente abbandonata, ma ne sono rimaste delle tracce vicino alla riva del fiume Tati dove hanno trovato degli uffici di commercianti, dei negozi ed una miniera.

L’archeologo Robert Burrett mi ha mostrato la posizione esatta della casa dei Gesuiti e, esaminando il terreno, ho potuto notare  che era coperto di bottiglie rotte e di resti di stoviglie. Proprio in quel momento ho intravisto una Medaglia Miracolosa. Rob l’ha fotografata prima che la prendessi tra le mie mani; poi abbiamo potuto esaminarla più da  vicino. Il testo era scritto in francese antico, ma era chiaramente una medaglia coniata a metà del XIX secolo. Per me si è trattato della prova che i Gesuiti sono stati veramente in questa casa e ciò mi ha profondamente commosso.

Abbiamo poi presentato la medaglia al Vescovo Frank Atese Nubuasah SVD, Vescovo di Francistown (Botswana).

Ringraziamo il Padre Barry per la sua testimonianza.

Breve relazione di Padre David Harold Barry, SJ, Harere, Zimbabwe

 

Views: 2.247