L’ONU annuncia un piano di aiuti umanitari per il Venezuela

[UN-NGO] Le nostre Sorelle che rappresentano la Compagnia delle Figlie della Carità presso le Nazioni Unite condividono questa notizia dall’ONU:

Famvin ha costantemente reso pubblico l’impegno della Famiglia Vincenziana in solidarietà con il popolo che soffre  in Venezuela. Potresti chiderti “Che cosa sta facendo l’ONU?”

Le Nazioni Unite sono sul campo per il Venezuela da un po’ di tempo e sono costantemente alla ricerca di mezzi efficaci per rispondere ai bisogni del territorio. Il 14 agosto, l’Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA) ha annunciato un nuovo Piano di Risposta Umanitaria per il Venezuela. Il Piano prevede 223 milioni di dollari per fornire assistenza umanitaria a 2,6 milioni di bambini, donne e uomini venezuelani fino alla fine dell’anno. (Di seguito sono riportati i collegamenti al Piano in inglese e in spagnolo).

  • Il Piano riguarda 2,6 milioni di persone, tra cui 1,4 milioni di ragazze e donne e 1,2 milioni di ragazzi e uomini.
  • Il Piano comprende 98 progetti che saranno attuati da oltre 60 agenzie delle Nazioni Unite e ONG internazionali e nazionali e copre le aree della salute, della nutrizione, dell’acqua, del risanamento ambientale e dell’igiene,dell’ istruzione, della sicurezza alimentare e della protezione.
  • Il Piano mira a coprire le esigenze umanitarie più urgenti in tutto il paese, concentrandosi su 10 Stati prioritari. Particolare attenzione è rivolta alle regioni di confine occidentale e meridionale e al Distretto della Capitale.
  • Questo Piano si basa su una risposta umanitaria in corso da parte delle Nazioni Unite e delle ONG nazionali e internazionali. Dal 2018, le Nazioni Unite e i partner umanitari hanno intensificato gli sforzi per rispondere ai bisogni umanitari, con particolare attenzione alla salute, all’alimentazione e alla sicurezza.

Ad esempio:

  • (i) da aprile 2018, 8,5 milioni di bambini sono stati vaccinati contro il morbillo;
  • (ii) da maggio 2018, 350 tonnellate di medicinali e forniture mediche sono state importate e distribuite in 41 ospedali e in 23 centri sanitari in 18 stati;
  • (iii) da gennaio 2019, sono stati somministrati quasi 85.000 trattamenti di prevenzione e  di cura per la malnutrizione acuta;
  • e (iv) 185.000 persone hanno avuto accesso all’acqua potabile. Questo è solo un esempio dell’aiuto prestato e ulteriori informazioni sono disponibili nel Piano.

Collegamenti al rapporto in spagnolo e inglese:

 Suor  Margaret O’Dwyer, Figlia della Carità
(Con informazioni dell’Ufficio delle Nazioni Unite
per il Coordinamento degli Affari Umanitari)

Per maggiori informazioni sulla Compagnia delle Figlie della Carità all’ONU: www.daughtersofcharityunngo.com

Views: 847