Forum politico delle Nazioni Unite di alto livello

[UN-NGO] Le nostre Sorelle che rappresentano la Compagnia delle Figlie della Carità presso le Nazioni Unite condividono questa notizia dall’ONU:

Qual’era l’impegno delle Figlie della Carità al Forum politico di alto livello (HLPF) presso le Nazioni Unite a New York dal 9 al 18 luglio?   Il Forum è un evento annuale durante il quale alcuni paesi vengono esaminati sulla base dei loro progressi nel raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.  Quest’anno, l’Obiettivo 4 (istruzione), 8 (lavoro dignitoso), 10 (ridurre le disuguaglianze), 13 (promuovere azioni urgenti per affrontare il cambiamento climatico), 16 (promuovere società pacifiche e inclusive) e 17 (partnership per raggiungere gli obiettivi) sono al centro dell’attenzione.

Oltre a partecipare alla sessione di apertura, le Figlie della Carità hanno partecipato a molteplici attività. In modo particolare, Sr. Margaret O’Dwyer, F.d.C., ha moderato un gruppo di relatori per un evento intitolato “Esperienze vissute di disuguaglianza: risposta di base”.  Quel gruppo ha parlato martedì 16 luglio al Church Center presso le Nazioni Unite, sottolineando i risultati di un’indagine sulle disuguaglianze che la Task Force Radici di Base aveva precedentemente condotto in sei lingue. Tra i relatori c’era un migrante siriano, un preside pakistano e un arte terapeuta che lavorava con donne immigrate negli Stati Uniti. Il riepilogo dei report è stato presentato da un assistente sociale e uno studente del Marymount Manhattan College.

 “Non possiamo rappresentare le voci delle persone a livello di base se non abbiamo un mezzo per ascoltare la loro esperienza”, ha detto Sr. Margaret, rappresentante di una ONG presso le Nazioni Unite a New York per le Figlie della Carità. Indagare la base è uno dei metodi che ci permette di farlo. Quindi, un enorme grazie a tutte le Figlie della Carità che hanno completato il sondaggio o incoraggiato le persone nelle loro comunità a farlo.

Le Suore hanno inoltre incontrato Renato Lima de Oliveira, Presidente generale della Società di San Vincenzo de Paoli, insieme ad altre ONG della Famiglia vincenziana. Hanno parlato del loro lavoro all’ONU e hanno ricevuto il sostegno della Società. Il sig. De Oliveira ha accompagnato le Suore a un evento presso la Missione permanente dell’Irlanda all’ONU, che ha richiamato l’attenzione sui modi di raggiungere l’obiettivo di sviluppo sostenibile 4. Il presidente generale ha potuto mostrare all’ambasciatore Geraldine Byrne-Nason la sua relazione intermedia per la Società.

Le Figlie della Carità fanno parte di un gruppo di lavoro che intende porre fine al problema dei senza fissa dimora presso le Nazioni Unite. Tale gruppo affronterà diligentemente il problema dei senza fissa dimora, tema della Commissione per lo Sviluppo Sociale del mese di febbraio 2020. Siccome “la protezione a prezzi accessibili e la protezione sociale per tutti, per porre fine al problema dei senza fissa dimora”, sarà il tema della Commissione, le Sorelle hanno incoraggiato gli Stati membri a partecipare a tale Commissione distribuendo opuscoli durante il Forum politico di alto livello. 

L’11 luglio, le Sorelle hanno partecipato a un evento durante il quale è stato lanciato il Rapporto Spotlight. Nella relazione, intitolata, “Ridefinire la governance per la sostenibilità”, la società civile esplora modi per trasformare le istituzioni, la power shift e rafforzare i diritti.

Le Suore hanno inoltre partecipato a eventi legati al cambiamento climatico, ai finanziamenti per lo sviluppo, al modo in cui le organizzazioni credenti possono contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, alle questioni relative agli Stati in via di sviluppo delle piccole isole, ai giovani e altro ancora. Ulteriori  proiezioni riguardavano le buone pratiche per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Per maggiori informazioni sulla Compagnia delle Figlie della Carità all’ONU: www.daughtersofcharityunngo.com

Views: 783