Pastorale

Gesù disse loro: «Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura. (Mc 16,15)

Santa Luisa de Marillac diceva che le Figlie della Carità sono figlie della Chiesa, dunque devono vivere e agire in quanto figlie di tale Madre. Fin dagli inizi, una delle preoccupazioni della nostra Fondatrice sono state la formazione cristiana dei giovani. Luisa istruiva le Suore al fine di organizzare gruppi di ragazze e di giovani donne nelle parrocchie, per insegnare il catechismo. San Vincenzo era molto attento ai bisogni della Chiesa locale e aveva sovente inviato le sue figlie per partecipare alla vita delle parrocchie.

Seguendo le orme dei Fondatori, la Compagnia collabora con la Chiesa Cattolica nella sua missione specifica: proclamare  il Vangelo e insegnare la fede, soprattutto presso i poveri. Gesù, adoratore del Padre, Servitore del suo disegno d’amore, evangelizzatore dei poveri è il modello del nostro ministero pastorale.

Per compiere questa missione, siamo impegnate tra l’altro nel:

  • ministero parrocchiale che implica: la catechesi, i programmi di formazione, la preparazione ai Sacramenti, la liturgia, l’accompagnamento delle famiglie in lutto, la coordinazione e il sostegno delle persone impegnate nelle parrocchie senza parroco, le visite a domicilio e tutti gli altri servizi parrocchiali
  • visita agli ammalati negli ospedali e delle persone anziane nelle case di riposo
  • assistenza spirituale nelle scuole e per i giovani in una varietà di situazioni
  • assistenza degli emarginati nelle prigioni, nelle comunità nomadi, presso i migranti e persone  abusate e sfruttate dal turismo sessuale
  • l’accompagnamento spirituale di diversi gruppi e movimenti nella Chiesa e  di gruppi appartenenti alla Famiglia Vincenziana (AIC, Conferenza di San Vincenzo de Paoli,  Gioventù Mariana Vincenziana, ecc.)