Testimonianza: Missione presso gli Haitiani – Belo Horizonte – Minas Gerais – Brasile

[Provincia di Brasile –  Belo Horizonte] Nella città industriale di Contagem e Betim, luogo che fa parte di Belo Horizonte, capitale dello stato del Minas Gerais – Brasile, arrivano settimanalmente molti haitiani, grazie a legami familiari o d’amicizia. Quando una persona proveniente da Haiti riesce a sistemarsi in Brasile, con un appartamento ed un lavoro, risparmia subito del denaro per inviarlo ai parenti o agli amici che sono rimasti ad Haiti, affinché anche loro possano venire in Brasile. Quindi, si sono formate molte comunità.

Quando un sacerdote lazzarista di una parrocchia di Contagem si è accorto della realtà di questi migranti, egli ha contattato le Figlie della Carità della Casa Provinciale di Belo Horizonte le quali hanno contattato i vincenziani di questi luoghi. Insieme, hanno elaborato un piano d’azione per aiutare gli haitiani a trovare il loro posto in Brasile. Il primo passo consisteva nell’ottenere cibo, mobili e ciò di cui avevano bisogno per iniziare a vivere in un altro paese. Quando sono arrivati, da soli sono riusciti a trovare un alloggio, accogliendosi reciprocamente. Il secondo passo consisteva nel creare dei corsi per imparare la lingua. Gli haitiani comprendevano solo il francese e il creolo. Un vincenziano e due Figlie della Carità si sono incaricati ad insegnare loro diverse lingue. Poi un’altra Suora della Provincia, che conosce bene il francese, si è messa a loro disposizione per aiutarli ad imparare il portoghese.

Le lezioni si tengono lunedì nella sala parrocchiale di Contagem e mercoledì a Betim presso una signora che ha dato una parte della sua casa per potervi svolgere delle lezioni; sono delle lezioni pratiche che rispecchiano la realtà ed i bisogni degli studenti. Alla fine di ogni lezione vengono offerte delle merende e delle donazioni (cibo e altro) per aiutarli a mantenere le loro famiglie.

Attualmente, molti haitiani sono già capaci di esprimersi molto bene in portoghese e questo li ha aiutati nella ricerca di un lavoro, nei rapporti di lavoro e nella convivialità con i brasiliani.

Oltre alle lezioni, i vincenziani, i volontari parrocchiani e le tre Figlie della Carità, impegnate in questa missione, li aiutano a mettersi in contatto con le varie agenzie per trovare un lavoro. Ma il lavoro non corrisponde sempre alla professione che hanno imparato, perché quando arrivano in Brasile, arrivano senza alcun strumento di lavoro corrispondente alla loro qualifica, poiché essi possono lasciare Haiti solo con poco bagaglio. Essi vengono inoltre inviati al Centro ZAMNI (Centro dell’amico in Creole) per regolarizzare i loro documenti, necessari per poter ottenere il permesso di soggiorno in Brasile.

Siccome molti sono ammalati, essi vengono seguiti anche a livello medico, a volte in uno degli ospedali della Provincia.La difficoltà culturale diventa un ostacolo per ottenere un lavoro, soprattutto per le donne, poiché la maggior parte dei servizi sono legati alla pulizia e alla cucina. Sfortunatamente, le donne non sono ancora pronte a svolgere questi servizi e finiscono per perdere il lavoro o la possibilità di trovarne altri.

La sfida ora è creare un progetto che permetta loro di svolgere questo tipo di lavoro in modo che possano lavorare e guadagnare del denaro per aiutare le loro famiglie. Abbiamo in programma di organizzare corsi di formazione nel settore dell’economia domestica e di acquistare gli accessori necessari per l’acconciatura, perché molte donne la esercitano. Dobbiamo aiutarle ad essere le protagoniste della loro storia! In questo momento stiamo cercando un aiuto finanziario per investire. Questa missione è gratificante. È meraviglioso vedere la gioia negli occhi di ogni haitiano quando incontriamo tutte le famiglie.

Chiediamo a Dio di continuare a ispirarci e ad illuminare i volontari che ci aiutano in questa missione, per poter continuare a portare con gioia l’aiuto necessario a questi fratelli migranti. Che il Signore ci dia tanta forza e audacia per non scoraggiarci mai davanti a queste sfide.

Suor Jane Carla Gomes de Souza, Sr. Maria Rozaria Silva e Sr. Shirley Santos Silva
Figlie della Carità della Provincia di Belo Horizonte – Brasile
impegnate al servizio dei migranti haitiani.

Views: 938